Prove di resistenza meccanica

La prova per la determinazione della resistenza alla compressione dei provini di calcestruzzo indurito è quella più comunemente conosciuta nell’ambito del panorama delle verifiche delle caratteristiche meccaniche del cls contemplate nella L. 1086/71e s.m.i. (D.M. 06/01/1996 – D.M. 14/09/2005 – D.M. 14/01/2008).

Pressa per prova di compressione

Pressa per prova di compressione – Prova di compressione su cubi e carote di cls – UNI EN 12390-3

La determinazione può essere eseguita su provini cubici (cubetti) o cilindrici (carote) e realizzata attraverso un’apposita macchina di prova comunemente detta <<pressa>>.

La macchina per prova di compressione dev’essere conforme alla EN 12390-4.

Sinteticamente la prova consiste nel registrare il carico massimo sopportato dal provino calcolandone poi la resistenza alla compressione del calcestruzzo.

Il risultato numerico della prova e cioè la resistenza alla compressione è espresso in MPa (N/mm2).

La prova viene realizzata secondo la norma UNI EN 12390-3.